Perchè nasce Arte in Digitale?

Difficili analizzare e raccontare come nasce una passione! Per definizione, è lei che si impone  a te e tu non sei altro che un canale di trasmissione.

È vero, sono sempre stata attratta dal disegno e dalla pittura, sin da piccola quando i “grandi” sapevano già riconoscere e valorizzare quello che facevo per il mio piacere. Ottenni così una borsa di studio mentre frequentavo  la scuola di parrucchieri per dei visi di donna.

Mi fu proposto di studiare con tutte le agevolazioni possibili a Milano per sviluppare questa mia dote, ma la mia famiglia rifiutò. Comunque rimasi nel campo estetico e artistico scegliendo il mio lavoro di parrucchiera.

Ho incontrato la felicità con mio marito, anche lui portato alla pittura. Lo ammiravo, lo apprezzavo, lui che disegnava e dipingeva tutto… ed io smisi perché mi sentii incapace. Non ne avevo più voglia, né tempo, essendo anche diventata mamma. Ero sazia di questi miei ruoli, moglie e madre… fino al giorno in cui la vita mi ha tolto quello che mi nutriva, la loro vita. In pochi mesi persi Alessandro in un incidente e Giancarlo, mio marito, in 24 ore. Mi sono ritrovata disperatamente sola e affranta; per reagire ho cercato di prendere in mano i tubetti di tempera di mio marito per dargli ancora vita, continuità. Impossibile: sono diventata allergica a moltissime qualità di colori…

Il computer è diventato l’unica mia compagnia e passatempo. Lui non ti osserva, non ti giudica, non pretende niente se non il rapporto che tu stabilisci con lui. Ho allora scoperto il programma “Paint” e ho voluto scoprire e provare… fu una rivelazione!

Quante cose si potevano fare, creare e produrre!! Non so copiare, al massimo prendo degli schizzi dai quali mi posso ispirare, ma il più delle volte i disegni nascono dai ricordi, luoghi amati con i miei cari, o dal cuore che esplode. Ho comprato la stampante, la carta da foto, i passe-partout e ho cominciato a fare questi quadretti per me stessa… anzi non posso farne a meno!

Per stare bene devo disegnare e guidare… non ci sono momenti, umori, evidenti che mi condizionino… è sempre. Ho quindi sviluppato una dote di natura e dato una continuità a quello che faceva mio marito, pur continuando con una tecnica nuova e innovativa.

Devo anche sottolineare che, malgrado la mia età, mi attira tutto quello che è nuovo e tecnologico. Poco a poco, tramite conoscenze e amicizie, ho avuto il piacere di fare il piacere con questi quadretti così apparentemente insignificanti, ma che sono pieni di emozioni ed elaborati con tante ore di lavoro… li ho dati in beneficienza alla Casa dell’albero di Fossoli, per una lotteria a favore del Maly, alla Chiesa del Voto per le missioni, a parrocchie di campagna povere per pesche e asili, ora a U.L.S. di Pavullo e a tanti amici che me li chiedono da tenere o regalare.

Potrei, o forse dovrei, a volte venderli, almeno per rientrare delle mie spese, sapendo che il mio  obiettivo non è il lucro, bensì un sorriso, sentire un grazie, percepire un’emozione, vedere la vita allorché me ne sono state tolte due… Vorrei concludere questa presentazione con il giudizio del pittore Fontana: “Questo suo modo di disegnare è nuovo, per me sono belli, è il mio giudizio – con colori  accattivanti, morbidi, soggetto con interno di dolcezza, aloni di orizzonti lontani, io non guardo come li fa, ma è l’insieme, il finito che è molto molto bello, profondo, mano morbida ma decisa, anche le cornici leggere fanno risaltare di più il disegno… se fa una mostra autodidatta io le faccio due righe –  per me vale, sono gioiosi”. PER ME QUESTE PAROLE VALGONO TANTISSIMO però non mi interessa nulla, mi basta quello che faccio…

(Deanna Uccellari)

La mia Tecnica Artistica

Il digital painting è una tecnica di pittura digitale innovativa: si tratta di una forma d’arte emergente, in cui le forme e le tecniche tradizionali della pittura (come i colori ad olio o acrilici, gli acquerelli o gli inchiostri) vengono applicate digitalmente utilizzando strumenti come computer o tablet per mezzo di periferiche hardware (accessori come tavolette grafiche, ma anche utilizzando semplicemente il tablet). Per lavorare in modo professionale occorrono software come, Adobe Illustrator per la grafica vettoriale, Adobe Photoshop pensato per la grafica raster ma che comprende persino la grafica 3D, in alternativa SketchBook o il software Gimp scaricabile gratuitamente. Il risultato è un’opera d’arte originale in formato file bitmap digitale. Nel Digital Paining quindi, l’artista si avvale di tecniche di pittura specifiche per creare il proprio dipinto digitale all’interno del proprio computer.

Le mie Opere

Dicono di me...

Info e Contatto

Potete utilizzare questo modulo per inviare una richiesta di informazioni o per richiedere un preventivo. Realizzo Biglietti da visita e di auguri sia per festività, cerimonie, celebrazioni, compleanni ecc…

PER CONTATTI:

CONTATTO SKYPE: